CONTROTEMPO/“Radici” un disco tutto matto

“L’equilibrio tranquillizza, ma la pazzia è molto più interessante.”  Bertrand Russell In Musica spesso si sentono questi termini “pazzia”, “follia”, “genialità”, termini che usiamo per inquadrare in qualche modo quell’estro creativo e una buona dose di inventiva che accomuna i compositori, assieme alle loro personalità. E’ senz’altro vero, infatti, che Leggi tutto…

TEATRI POSSIBILI/Compagni, che destino avremo? Tornano all’assalto le bluse gialle di Eresia della felicità

Milano, sabato 25 luglio 2015, Torre del Filarete al Castello Sforzesco. Un plotone di duecento adolescenti di diversa età e provenienza gioca, compone e grida per quattro ore sui versi di Vladimir Majakovskij. Indossano una maglietta gialla, dei pantaloni neri e degli anfibi dello stesso colore. Una massa compatta e Leggi tutto…

SPAZIO CALAMAIO/Spazi propri di libertà

Ai tempi del Liceo classico ho avuto modo di studiare in filosofia un certo Aristotele, che parlava dell’uomo come di un animale politico. All’Università questa accezione aristotelica assumeva in sociologia il significato più consono ai nostri tempi di animale sociale. Infatti ogni individuo è inserito in un contesto sociale nel Leggi tutto…

LETTERE AL DIRETTORE/Risponde Claudio Imprudente

Ciao carissimo Claudio sono Federico, leggo sempre la tua rubrica, mi colpisce sempre la parola diversamente, a volte mi chiedo “Diverso da chi?”. Io sono omosessuale, un altro bel marchio che la società ci mette… Già dire disabile, omosessuale o altro è marchio, la distinzione… Ma da che cosa? Si Leggi tutto…

EUROPA EUROPA/Capacitados: in Spagna una serie TV parla di disabilità con intelligenza (e ottimi ascolti)

Un programma televisivo che si occupi di disabilità senza cadere nel pietismo né al contrario nel titanismo, mantenendo al contempo un interesse per il pubblico generalista che gli valga l’uscita dalle riserve indiane ritagliate nei palinsesti per le trasmissioni a carattere sociale. Una chimera, o nella migliore delle ipotesi una Leggi tutto…

CONTROTEMPO/Insegnare musica con una cura speciale alle diverse abilità: succede a “Resonaari”, in Finlandia

Markku Kaikkonen è direttore della scuola “Resonaari” Special Music Center di Helsinki, in Finlandia. Una scuola di musica che ha sviluppato speciali soluzioni musicali-educative anche per persone che hanno qualche problema o difficoltà nel prendere parte alle normali lezioni di strumento musicale. Lo abbiamo contattato in una lunga intervista via Leggi tutto…

BEATI NOI/Una pizza per due

Nell’anno dell’Expo e dell’Enciclica del Papa Laudato Si’, viene spontaneo riflettere sui temi legati al cibo, all’alimentazione, al Pianeta. È di pochi giorni la notizia che gli scienziati avrebbero trovato un pianeta analogo alla Terra: noi facciamo molta fatica a conservare il nostro, chissà se, ora, potremo andare a inquinarne Leggi tutto…

23. Bibliografia di riferimento

K. Jaspers, Allgemeine Psychopathologie; trad. it. R. Priori, Psicopatologia generale, Il pensiero scientifico, Roma, 1964. D. Woods Winnicot, Dalla pediatria alla psicoanalisi, Martinelli, Firenze, 1975. R. D. Laing, The divided self: an existential study of sanity and madness: trad. it. D. Mezzacapa, L’io diviso, Einaudi, Torino, 1969. S. Scarpa, Il Leggi tutto…

22. La voce dei partecipanti


L’anno scorso insieme alla cooperativa Accaparlante abbiamo svolto un percorso che aveva lo scopo di rendere me, e tutti i miei colleghi partecipanti, consci dei nostri limiti e anche delle nostre capacità. Questo anno stiamo svolgendo un laboratorio un po’ speciale sul nostro corpo, perché basato sul fatto di trasmetterci Leggi tutto…

21. Essere canali dell’energia vitale

di Susetta Sacchi, operatore reiki, diplomata presso Usui Reiki Italia Kenkyukai per trattamenti di primo livello (shoden). Si è avvicinata al reiki per completare la sua formazione di insegnante Hata yoga. Essere coinvolta come praticante yoga e reiki in un progetto sul benessere e piacere è stato alquanto stimolante considerando Leggi tutto…

20. Scheda tecnica/“Il Reiki”

Partecipanti: – 7 animatori con disabilità – 2 educatori  Durate del laboratorio: 3 ore circa 15 minuti di riscaldamento 2:15 ore di attività 30 minuti di condivisione Luogo: ampia stanza Obiettivo generale: conoscere il proprio corpo e utilizzarlo come strumento di piacere Obiettivi specifici: – abbiamo utilizzato le mani di Leggi tutto…

19. Trasferire sensazioni: il metodo Trager

di Luca Manghi, educatore Trager e operatore della relazione d’aiuto/counselor in Gestalt. Il progetto si è svolto in tre mattinate, a cadenza settimanale, in ottobre e novembre 2014. È stato utilizzato il metodo Trager, altrimenti detto Integrazione Psicofisica o approccio Trager. Nel corso di ogni mattinata, l’operatore corporeo/educatore Trager che Leggi tutto…

18. Scheda tecnica/“Massaggi Trager”

Partecipanti: – 7 animatori con disabilità – 2 educatori – 5 tra tirocinanti e volontari Durata del laboratorio (sono stati realizzati tre incontri): 2 ore circa 15 minuti di riscaldamento 1:15 ora di attività 30 minuti di condivisione Luogo: ampia stanza Obiettivo generale: consapevolezza nella percezione del proprio corpo Obiettivi Leggi tutto…

17. L’esperienza di una volontaria

di Tosca Barbara Rodi, volontaria del Servizio Civile Partecipando a questo laboratorio, condotto dagli educatori del “Progetto Calamaio” Luca e Tristano, con la collaborazione di altri professionisti esterni, ho avuto la possibilità di riflettere sulla rilevanza dell’esperienza corporea incentrata sulla scoperta del piacere e del benessere, aspetto che spesso viene Leggi tutto…