Europa Europa – L’estetica dell’accessibilità. L’esperienza della compagnia teatrale Graeae

Per molti attori hollywoodiani (normodotati), l’interpretazione di un protagonista con disabilità è stata cercata come la consacrazione di una professionalità, spesso premiata con i massimi riconoscimenti; ben più raro è che un attore o un’attrice con disabilità, quando riescono a emergere, vengano scelti per personaggi che non siano incentrati sul loro deficit. Ancor più raro, se possibile, è che l’accessibilità delle rappresentazioni sceniche sia garantita non appiccicandovi gli strumenti tecnici necessari, bensì integrandoli entro il testo artistico stesso.

Europa Europa – Le cooperative sociali: un modello che l’Europa apprezza, ma stenta a diffondere

Oltre 7.000 cooperative sociali a fine 2005, di cui 1.700 nate dal 2001 in poi (il che fa ipotizzare oggi numeri ancor più alti), che impiegano 245.000 lavoratori stipendiati e producono un valore di quasi 6,4 miliardi di euro: i numeri della cooperazione sociale in Italia la rendono una entità economica e sociale di grande rilevanza, che però non trova riscontri paragonabili in alcuno Stato europeo.

Europa Europa – Diversamente danesi. Politiche per la disabilità in Danimarca: un altro mondo auspicabile?

Nella discussione sui modelli di welfare e di mercato del lavoro, un ruolo di modello (anche se non necessariamente positivo) viene spesso riconosciuto alla Danimarca. La caratteristica principale del modello danese, che solo in parte si uniforma a quello degli altri paesi scandinavi, consiste in una forte sicurezza sociale, sostenuta da un alto livello di tassazione, correlata a un netto orientamento alla vita indipendente e all’attività lavorativa.

Europa Europa – Corpi per ballo: idee di integrazione e progetti formativi della compagnia di danza Candoco

Quale disciplina artistica è più fisica della danza? E pertanto, quale ambito estetico sembrerebbe più inaccessibile alle persone con disabilità motorie o sensoriali? Da quasi vent’anni la compagnia britannica Candoco costituisce la negazione di questa apparenza e lo spostamento dei confini della danza, con la sua pratica di integrazione di ballerini con diverse abilità in esibizioni professionistiche di forte impatto innovativo, e con un ricco programma di formazione coreutica per tutti.

Europa Europa – Un sogno lungo 10 anni: l’European Disability Forum dal 1997 al 2007

L’European Disability Forum (EDF), il principale organo consultivo a livello europeo formato da associazioni di persone con disabilità, ha recentemente pubblicato sul proprio sito web, www.edf-feph.org, un opuscolo intitolato “10 anni di storia”, con cui viene dettagliato un breve resoconto delle attività svolte tra il 1997 e il 2007.

Europa Europa – Happy together? Le prospettive dei centri diurni in un Regno Unito che invecchia

Negli ultimi anni, e ancor più negli ultimi mesi, siti giornalistici e blog britannici hanno riportato riduzioni nei servizi sociali ad anziani e adulti con difficoltà di apprendimento da parte di diversi enti locali. Riportando l’attacco di un articolo pubblicato dal “Guardian” il 22 novembre 2007, “quasi i tre quarti delle autorità locali in Inghilterra stanno razionando i servizi sociali per escludere decine di migliaia di persone vulnerabili dall’aiuto rispetto a funzioni fondamentali della vita quotidiana”.

Europa Europa – L’orlo della follia: il progetto ProMenPol e le tendenze europee in ambito di salute mentale

La salute mentale, nonostante le significative evoluzioni della psichiatria e della cultura negli ultimi decenni, resta per molti associata a un servizio destinato ai “matti” – una categoria ben definita e nella quale si sarebbe sdegnati di essere inclusi. Eppure l’Unione Europea, citando alcuni studi, indica che il 27% dei cittadini europei affronta nella propria vita problemi di salute mentale.