Vocazione alla castita? Chi l’ha detto

Il tema della sessualità nel mondo dell’handicap ha conosciuto negli anni
ottanta una fioritura di articoli e convegni che hanno proposto come chiave di
lettura unica questo pensiero: la sessualità per l’handicappato è un diritto.
Nel mondo cattolico questa riflessione si è sviluppata nella seguente frase:
l’handicap ha la vocazione alla castità. Per me non è così. perché la
vocazione è una chiamata, e ad una chiamata bisogna dare una risposta. io non
ho scelto di essere handicappato, e dunque l’handicap non può scegliere.

Handicappati all’università: parlano le facoltà

L’ Università dovrebbe essere il luogo in cui vengono elaborati concetti che
diventano patrimonio comune prima degli studenti e in un secondo momento
dell’intera società. Per intenderci lo studente che frequenti le lezioni all’Università
non dovrebbe apprendere soltanto delle nozioni ma usufruire di quelli che sono i
risultati del lavoro di ricerca dei docenti nell’ambito delle loro materie o
anche dei risultati della ricerca fatta al di fuori dell’università.