SPAZIO CALAMAIO/Quando il mondo si fa fantastico. “La Mongolfiera” di Ermanno Morico

Ogni individuo, che sia maggiorenne o minorenne o adolescente o anziano, può spaziare con la propria mente in ogni luogo e tempo, arricchendo ulteriormente la propria esperienza di vita di fantastica presenza nel mondo. In un contagioso dialogo di fantasie con Ermanno Morico, animatore con disabilità del Progetto Calamaio, è Leggi tutto…

EUROPA EUROPA/A come Accessibilità, App e Adesivi. Le proposte delle città premiate all’Access City Award 2016

Poche settimane dopo la chiusura dell’Expo, la città di Milano è tornata alla ribalta internazionale l’8 dicembre 2015, aggiudicandosi a Bruxelles il primo posto nella competizione per l’Access City Award 2016. Il premio, promosso ogni anno dal 2010 dalla Commissione Europea, riservato alle città sopra i 50.000 abitanti e che Leggi tutto…

PORT AGEVOLI/Gioco libera tutti


Il progetto “Gioco libera tutti” è un nuovo laboratorio del Progetto Calamaio. L’obiettivo è quello di far scoprire una modalità competitiva sana, divertente, giocosa e non violenta che favorisca le relazioni tra le persone e permetta l’inclusione nel gioco anche di chi ha abilità diverse, perché l’elemento fondamentale diviene non Leggi tutto…

SPAZIO CALAMAIO/Quando il Calamaio macchia la class

Sono tre anni che il Progetto Calamaio conduce dei percorsi a Correggio (RE) con classi delle elementari grazie al sostegno del Trocia Beach, un evento nato in ricordo della morte di un ragazzo soprannominato “Trocia”. Quest’anno ne sono stati realizzati quattro, e alcune maestre che hanno partecipato agli incontri hanno Leggi tutto…

CONTROTEMPO/La musica non è altro che rumore, finché…

La musica non è altro che rumore, finché non raggiunge una mente in grado di riceverla”. (Paul Hindemith) È stata questa citazione di Paul Hindemith (violinista e compositore) il punto di partenza di un laboratorio sull’ascolto, che ho proposto al gruppo delle “nuove leve” del Progetto Calamaio. Ogni mercoledì, da Leggi tutto…

SPAZIO CALAMAIO/La marcia delle tartarughe ninja

Quando ho accennato ai miei colleghi l’idea di scrivere un articolo su Leonardo, Michelangelo, Donatello e Raffaello devo ammettere che sono stato un po’ deriso. “Claudio, sono anni che scrivi su tantissimi argomenti, ma cosa c’entrano i grandi del Rinascimento italiano con i tuoi temi?”. Vero. Amo l’arte, ma non Leggi tutto…

Tutta mia la città, Superabile, Aprile 2013

Come può un disabile grave divertirsi con i Lego? Io non ho mai avuto problemi. Ricordo ancora con gioia la soddisfazione immensa di costruire case, negozi, strade e rotonde piene di segnali nella mia personale piattaforma cittadina, grande due metri per due. Quanto tempo passato a immaginare e a inventare, mattone su mattone, gli edifici della mia città! Ora vi chiederete come un bambino con tetraparesi spastica potesse essere un tanto abile architetto, ingegnere e costruttore.

Sport agevoli – Oggi gioco anch’io!

Per dieci anni sono stato responsabile di un progetto, denominato “L’Ottavo Giorno”, che aveva come scopo primario quello di integrare nella società soggetti disabili giovani e adulti attraverso il divertimento. Il mio compito era quello di organizzare il tempo libero di una trentina di soggetti in situazione di handicap proponendo loro attività ludiche di vario tipo.

Sport agevoli – Acquisire l’autonomia su un diamante: il Baseball X Ciechi

 
Il BXC – Baseball giocato da Ciechi – è il risultato di un’idea sviluppata da un gruppo di ex giocatori di baseball (anni ’60 e ’70) della squadra di serie A di Bologna: la Fortitudo-Montenegro. 
Dopo circa due anni di sperimentazioni su spazi, tempi, modalità e attrezzatura, il 16 ottobre 1994 sul Diamante Rino Veronesi di Casalecchio di Reno (BO) è stata giocata la prima Partita Originale di BXC.

Sport agevoli – Progetto rugby, uno sport per tutti

 “Abbiamo sempre pensato che giocare insieme e divertirci fosse la cosa più importante e il sorriso di tanti bambini e alcune bambine ce lo conferma a ogni allenamento o partita che disputiamo. Il rugby nelle sue caratteristiche di gioco di squadra unisce queste semplici cose”.

Un Oscar da Oscar, Superabile, Luglio 2012

La stagione sportiva estiva prosegue con una bella novità che ci arriva fresca fresca dalle Olimpiadi di Londra 2012. Siamo finalmente arrivati ad un passo dall’unione tra le Olimpiadi e le Paralimpiadi. A far da trait d’union un protagonista d’eccezione, le cui gesta sono ormai sulla bocca, per non dire sulle gambe, di tutti!

Beati noi – La vita è gioco… e i giochi aiutano a vivere

È recente la notizia della comparsa sul mercato di un bambolotto con lineamenti e caratteristiche fisiche che riproducono quelli di un neonato Down. Esso è stato messo in vendita da un’azienda che si ripropone di donare, per ogni bambola venduta, un contributo a un’associazione che si occupa delle problematiche legate a tale sindrome. Questa notizia ha dato seguito a una serie di reazioni contrastanti, alcune favorevoli, la maggior parte critiche.

Vent’anni di macchie d’inchiostro – Superabile

Scommetto che molti di voi non conoscono la storia del liquido che contengo… ah, ho dimenticato di presentarmi…io faccio un lavoro molto antico che è quello di contenere un liquido estremamente prezioso per la comunicazione dell’umanità: sono un piccolo contenitore di inchiostro ormai in disuso: sono il Calamaio! Vorrei raccontarvi un paio di storie che si intrecciano in me: quella dell’inchiostro e quella dell’educazione alla diversabilità. Che cosa ci azzecca l’inchiostro con la diversabilità?

Il piacere dei suoni

“…il mio intervento è legato all’educazione del piacere e non alla cura, io non curo nessuno, la musica è terapeutica di per sé, l’attività che faccio arriva direttamente all’anima perchè produce gioia e curiosità”.

Autore: a cura di Celine
Anno e numero: 1997/59