10. Tutti (o quasi) i libri e i film citati, in ordine di apparizione

Franco Ferrini, La musa stupefatta o della fantascienza, Messina-Firenze, D’Anna editrice, 1974  Guido Ferraro e Isabella Brugo, Comunque umani, Roma, Meltemi, 2008 Fabio Giovannini, Mostri, Roma, Castelvecchi, 1999  Tommaso Pincio, Gli alieni, Roma, Fazi, 2006 Michel Bishop, Il segreto degli Asadi, Milano, Nord, 1986 Guido Barbujani e Pietro Cheli, Sono Leggi tutto…

9. Un discorso non concluso

“Abbiamo incontrato gli alieni e gli alieni siamo noi” suggerisce Paul Press nel romanzo (del 1984) Le porte dei cieli sulla scia di Fredric Brown. Ma questa consapevolezza purtroppo non appartiene a tutte/i neppure nei mondi delle fanta-scienze. Restano aperte grandi questioni che qui non possono essere approfondite come meriterebbero. Leggi tutto…

8. L’alienità totale (ovvero del pensare non accettato)

Come abbiamo visto la parola alienità si riferisce anche alle (vere o presunte) alterazioni della “salute” mentale. Dunque questo percorso si avventura in una doppia direzione: come la letteratura di fantascienza ha affrontato i nostri “matti” ma anche come noi terrestri potremmo essere “folli” per chi ha una logica davvero Leggi tutto…

7. Qualche accenno sull’alienità religiosa

Dallo spazio arrivano i protagonisti di Alieno in croce, del 1978, scritto a quattro mani da Lester Del Rey e Raymond Jones. Il “prete” ufficiale della spedizione è Toreg. In apparenza è feroce oppositore di ogni eresia ma dentro aveva: “come una ferita sanguinante […] la portava con sé, la Leggi tutto…

4. L’alienità sessuale (e i suoi tabù)


“Tol studiò la faccia allegra dell’Allegon cercando di conciliarla con il concetto umano di mascolinità. Ma su quel pianeta, si disse, i ruoli sessuali come tali erano in gran parte inesistenti, il desiderio sessuale, secondo il testo di antropologia, era quasi interamente sotto controllo razionale. Il ‘matrimonio a tre’ era Leggi tutto…

3. L’alienità “razziale” e le sue metafore

Perché razziale, qui sopra, è indicato fra virgolette? Perché se ci riferiamo ai terrestri il termine è insensato visto che le razze non esistono. Ma come il venerdì 17 (o 13 nei Paesi anglosassoni) porta “sfortuna” a chi ci crede, così la diffusa convinzione che sulla Terra esistano differenti razze Leggi tutto…

2. Un rompicapo

Gli alieni potrebbero anche essere un rompicapo biologico, cioè forme di vita e di intelligenza del tutto differenti da come noi le abbiamo sinora concepite. Esiste persino un’apposita disciplina – la xenologia – che studia queste “complicazioni” e ipotizza il modo migliore per comunicare con creature in tutto diverse da Leggi tutto…

1. Il primo contatto

Nella fantascienza il “primo contatto” con gli alieni (nel senso di et, extraterrestri) si traduce spesso in guerra. Gli umani del tipo sapiens sapiens  delegati allo storico incontro o che casualmente si imbattono in “creature pensanti dello spazio esterno” di solito sono stupidi, spaventati e magari anche militaristi ed espansionisti. Leggi tutto…